Archive for ottobre 2009

Semplice, no?

L’ovvio è quel che non si vede mai, finchè qualcuno non lo esprime con la massima semplicità.
 
Kahlil Gibran
Annunci

Quando la musica fa pensare

  
 

Ogni tanto mi capita di avere voglia di starmene da solo, con il solo desiderio di avere silenzio intorno a me e restare un po’ ad occhi chiusi, per pensare, per riflettere, per prendere decisioni. In questi momenti talvolta sento la necessità di ascoltare della musica per concentrarmi meglio.

C’è un brano in particolare che riesce a deliziarmi e a farmi vedere, nell’oscurità dei miei pensieri, scenari e orizzonti ampi, illimitati, come se riuscisse ad aprire la mia mente ed il mio cuore.

Una musica talmente bella, nella sua semplicità, da far sentire il cielo più vicino, tanto da far pensare che provenga direttamente da lì.

Incredibile facebook!

A volte pensi a delle persone che non hai mai dimenticato, ma che il tempo e la vita ti hanno fatto perdere di vista, da molti anni.
Di loro non ti rimangono che i ricordi, ma non sapresti come fare a ritrovarli. E poi, anche potendo e volendo, avresti qualche timore a farlo.
In passato, per organizzare rimpatriate con i compagni di scuola di una volta, oppure con i commilitoni, ebbi modo di fare ricerche per rintracciare delle persone, partendo dai numeri di telefono di un tempo per finire alla ricerca sul web. E così andai incontro alle situazioni più strane: mi imbattei nell’omonimo, nei parenti, in persone che portavano lo stesso cognome ma che non c’entravano nulla, con la paura costante di sentirmi dire: "Sì, il numero è giusto, ma la persona che lei cerca… non c’è più." Fortunatamente così non fu e, con un po’ di fatica, riuscii a mettere insieme un po’ di gente. E quei ritrovi, poi, furono eccezionali, ricchi di emozioni.
In questi giorni, entrando su facebook, ho aperto il mio profilo e mi sono imbattuto in una richiesta di amicizia che proveniva da una persona di cui non avevo più notizie da molti, molti anni. Che gioia! 
Incredibile facebook!

Altruismo ed egoismo

L’altruismo è quel sentimento, quella qualità che porta a interessarsi e a essere disponibili verso gli altri per migliorare qualcosa del loro vita.
Normalmente dovrebbe essere disinteressato, senza che preveda qualcosa in cambio. Ma è veramente cosi?
Non c’e nessun vantaggio o beneficio, anche solo a livello personale, per "l’altruista"?
Tempo fa, partecipando ad una conferenza, ad un volontario fu fatta la seguente domanda: perche lo fai?
Fra le varie motivazioni ci fu anche la seguente: perché mi fa stare bene.
Allora c’è una punta di egoismo anche nell’altruismo?

Fantasia e realtà

Quando scrivo attingo spesso a esperienze personali, a episodi vissuti, riadattandoli a quello che sto scrivendo per poi lasciar andare la fantasia.
In questi giorni, in uno scambio di e-mail con una persona, mi sono accorto quanto siano vicine realtà e fantasia, quanto la fantasia di uno possa coincidere con la realtà dell’altro.
Ci sono situazioni in cui le parole sono di troppo, danno quasi fasitidio.
Io lascio qui un link di un mini racconto che scrissi tempo fa, scritto con la fantasia, una fantasia che per altri è realtà.
 
 

Il treno delle 7,18 – Le iniziative

Durante questi giorni sono stato occupato a definire gli ultimi dettagli delle iniziative. Adesso il libro è stato distribuito nelle varie rivendite di Pistoia e Montemurlo.
Qui di seguito trovate i link per ognuna delle tre iniziative.
Ogni volta si cerca di aggiungere qualcosa alle esperienze precedenti con la speranza che sia un valore aggiunto, ma non sempre è facile.
Adesso sto aspettando la data definitiva per la presentazione del libro e, soprattutto, delle iniziative, che avverrà a Pistoia. Quando l’avrò ne darò notizia.
Poi, come si dice in termine calcistico, la "palla" passerà ai lettori. E io spero che possano essere in tanti a giocare questa "partita"…